Firmato il contratto per la Mobilità 2017-18. Sulla “chiamata diretta” o “individuazione per competenze” si profila l’ipotesi auspicata dalla Flc: delibera del Collegio Docenti.

È stato sottoscritto al MIUR, l’11 aprile 2017, il CCNI sulla mobilità di tutto il personale della scuola per l’anno scolastico 2017/2018; il testo definitivo è il medesimo dell’ipotesi siglata nell’accordo del 31 gennaio scorso.

Con il contratto sono stati raggiunti importanti obiettivi grazie all’Intesa firmata fra MIUR e sindacati il 29 dicembre 2016. In particolare, si sono acquisiti due principi che erano stati messi in discussione dalla legge 107/15 e che il contratto ha recuperato: tutti i docenti possono chiedere di essere assegnati direttamente alle scuole, oltre che agli ambiti; la mobilità è libera dal vincolo di permanenza triennale.

La firma del contratto sulla mobilità – come si legge nel comunicato dei sindacati – è arrivata “dopo aver definiti i tempi e le modalità con cui si procederà all’attribuzione della scuola ai docenti titolari di ambito (la cosiddetta “chiamata diretta” o “individuazione per competenze”). A tal fine sarà il collegio dei docenti a deliberare, attingendoli da una tabella nazionale, i requisiti professionali richiesti in coerenza con il PTOF di istituto”.